Juventus – Inter non è solo una partita di calcio come le altre. E’ il derby d’Italia, una sfida mondiale in pratica.
90 minuti, 3 punti e 22 uomini in campo per conquistarli. Inter-Juventus però non è una partita che si può misurare, va oltre i numeri e tocca l’orgoglio. Seguirla è d’obbligo e viverla nella Scala del Calcio è un’emozione.
Sabato alle 20.30 si sfideranno due dei club più seguiti in Italia e nel mondo per una gara mediatica internazionale: Inter-Juventus verrà trasmessa in ogni continente per un totale di circa 200 paesi, da oltre 40 broadcaster. Saranno invece circa 420 gli operatori dell’informazione accreditati, con 55 media stranieri e oltre 250 giornalisti.
Il Derby d’Italia si conferma una partita a cui bisogna rispondere presente, sul campo e sugli spalti come ha ricordato Matias Vecino: “Bisogna essere concentrati perché sabato affrontiamo una grande squadra. Nelle prossime partite abbiamo la possibilità di chiudere la nostra corsa per la Champions e Inter-Juventus è una partita fondamentale, una bella opportunità. Poi è una sfida molto sentita dall’ambiente, dai nostri tifosi e sarebbe importante regalare una bella giornata”.
85 i confronti di Serie A al Meazza tra le due formazioni. Lo stadio sarà raggiunto da tifosi provenienti da ogni parte del mondo. Gli Inter Club per questa partita hanno sempre registrato numeri eccezionali: saranno più di 17mila i soci presenti, in linea con il record assoluto toccato dalla campagna tesseramenti della stagione 2018/19 che ha superato i 137mila iscritti in oltre 906 Inter Club, dai più vicini ai più lontani, disposti a percorrere oltre 16.000 km per assistere dal vivo al match.
La squadra nerazzurra è a caccia di una vittoria che permetterebbe di ipotecare la qualificazione alla prossima Champions e dovrà vedersela con quella di Allegri già laureatasi matematicamente campione d’Italia, ma intenzionata a chiudere in bellezza la stagione, espugnando il campo degli storici rivali.
Lo storico dei confronti tra nerazzurri e bianconeri, fa registrare al momento 82 vittorie da parte della Vecchia Signora, contro le 46 degli avversari con 43 pareggi. 236 i gol segnati dalla formazione piemontese e 199 da quella lombarda. Quest’ultima in casa ha realizzato complessivamente 133 marcature subendone 95, mentre la Juve davanti ai propri tifosi ha trovato la via del gol in 151 occasioni, incassandone 66.
Nonostante il campionato sia ormai archiviato, e i grandi giochi siano ormai chiusi del tutto. Questo match ha il sapore di una finale, un evento calcistico che nessun amante dello sport può e vuole perdersi.

Please follow and like us: