Juve – Atletico: preparare la sfida
In vista del match con l’Atletico Mdrid del 12 marzo la strategia della squadra di Allegri è ben chiara: nessuna strategia particolare e sicuramente nessuno schema cervellotico. La squadra di Diego Simeone certamente si difenderà fin dall’inizio, giocando di attese, ripartenze e contropiede sfruttando ogni calcio da fermo così come è avvenuto nella gara di andata. Sembra quindi che per i colchoneros di Simeone ci sarà una modalità di azione semplice e diretta. Sarà compito della Juventus cercare tra le varie opzioni il modo più adatto per giungere ad un unico obiettivo: quello di fare gol e di portare a casa il risultato.
La squadra di Massimiliano Allegri dovrà segnare almeno 2 reti per portare le squadre almeno ai tempi supplementari. Oppure dovrà farne dai 4 in su per chiudere definitivamente il match. Impresa sicuramente difficile ma non impossibile per una squadra come la Juventus.
Bisogna giocare una gara perfetta impostando uno schema offensivo con cattiveria, decisione e attuando le scelte giuste sia dal punto di vista delle tattiche che degli uomini da mettere in campo.
Si deve puntare sulla velocità e su una buona tecnica. Abbiamo già visto nella gara di andata che gli spagnoli sono difficili da attaccare sulle palle ferme. Dovranno essere i campioni a fare la vera differenza con le loro giocate
Lo schema da usare è quindi chiaro a tutti, vincere gli uno contro uno, provare a caricare di falli per diminuire la loro aggressività e portarli sul loro terreno meno preferito giocando sugli esterni e palla bassa. Sembra facile a dirsi ma abbastanza difficile a farsi. Lì importante è tenere alto il ritmo e giocare con intensità ma senza mettere la gara solo sul lato fisico.
Serve insomma la gara perfetta, senza troppi tecnicismi e soprattutto non si può giocare con frenesia, ma bisogna sapere che serve cinismo e cattiveria perchè le occasioni non saranno infinite e la Juventus dovrà essere brava a sfruttarle una ad una fin dall’inizio. Senza sprecarne nessuna. E’ da tanto che il profumo della Champions si perde per un soffio. L’acquisto di Cristiano Ronaldo deve servire proprio a questo. Per mettere le mani sulle coppa dalle grandi orecchie bisogna superare un’ostacolo alla volta. Quindi la parola d’ordine per il match di ritorno con l’Altletico è soltanto una: Vietato Sbagliare!

Please follow and like us: