Il Derby della Mole si è conclusa con un risultato positivo per la Juventus, grazie al calcio di rigore siglato da Cristiano Ronaldo. Come spesso accade in occasione di partite così importanti le dichiarazioni non mancano e, dopo aver parlato di quelle rilasciate da Mazzarri, arrabbiato per due rigori non assegnati, e tempo di dar spazio a Massimiliano Allegri

L’anticipo della sedicesima giornata del campionato di Serie A, Torino – Juventus, è destinato a far parlare tifosi e giornalisti ancora per un po’. Dopo le recriminazioni di Mazzarri sui rigori non assegnati, e le voci sul possibile turnover di Cristiano Ronaldo, è arrivato il momento di analizzare quanto detto dall’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, ai microfoni di Dazn.

 “Sostituzioni? Nel primo tempo ci sono stati quindici minuti di gioco effettivo. Non c’era bisogno di fare i cambi e non c’era motivo di cambiare la squadra perché si rischiava di rompere qualcosa in un meccanismo che stava funzionando“.

 

L’allenatore ha poi continuato affermando: 

 “La partita era difficile da vincere perché giocavamo tre giorni dopo la Champions e perché si tratta di un derby contro un Torino che veniva da un buon momento”.

 

E non ha tutti i torti, visto che la Juventus si è trovata a dover affrontare ben tre partite in poco più di nove giorni, a differenza di quanto chiesto alle altre squadre. La stanchezza quindi, è la principale colpevole di una partita in cui, si sarebbe potuto fare di più si, ma forse in un’altra occasione. Anche gli avversari infatti, si sono dimostrati compatti ed agguerriti, determinati a raggiungere un risultato ben diverso dal pareggio.

“La squadra ha concesso poco e ha avuto buone occasioni per raddoppiareMa è un ottimo risultato che ci ha concesso di fare un passettino in avanti. Ho chiesto alla squadra di fare una partita compatta e di sacrificio. Nella prima frazione di gioco abbiamo avuto un po’ più di difficoltà poi loro sono calati e abbiamo preso in mano la partita. Siamo bene fisicamente e questo è un buon segnale“.

 

Allegri ha poi concluso l’intervista con la seguente dichiarazione: 

Oggi è una bella vittoria per mantenere a distanza il Napoli. Il 29 dicembre avremo una classifica vera perché ora abbiamo tre impegni che saranno molto complicati“.

 

Il riferimento era alle prossime sfide di campionato, rispettivamente contro Roma, Atalante e Sampdoria, che di certo daranno filo da torcere ad una squadra che, fino a questo momento, si è riconfermata come la migliore d’Italia. 

Please follow and like us: