Rientrata dalla trasferta svizzera, la Juventus si è subito rimessa al lavoro in vista del Derby della Mole, che si disputerà  allo Stadio Olimpico sabato 15 dicembre alle 20:30. Ma quale potrebbe essere la formazione schierata in campo da Allegri, visto il calendario fitto di impegni e i problemi in infermeria? Vediamolo

Torino-Juventus: le dichiarazioni di Mazzarri e la probabile formazione

Reduce dalla sconfitta contro lo Young Boys, seppur indolore, la Juventus si accinge a disputare un derby contro il Torino, che si preannuncia elettrizzante. I granata non vincono il derby di Torino dall’aprile del 2015, cosa che potrebbe alimentare i desideri di rivalsa di una squadra, che fa dell’unità il suo CR7. A dichiararlo è stato lo stesso allenatore Mazzarri ai microfoni di Sky Sport:

  «Da quando sto qui si è capito l’importanza di questa gara speciale. Posso assicurare che io e i nostri giocatori daremo il massimo. CR7 del Toro? È la squadra, quando gioca insieme e fa tutto per mettere in difficoltà l’avversario».

Del resto il Torino è reduce da un pari con il Milan senza reti, particolare che simboleggia una certa determinazione degli undici giocatori granata. Dal punto di vista della formazione è ballottaggio tra De Silvestri e Ola Aina sulla fascia destra ma, la  sensazione è che Mazzarri opterà per il primo, dotato di maggiore esperienza. Per quanto riguarda il resto della squadra i dubbi sono pochi: centrocampo con Baselli, ottimo collante con l’attacco, formato dagli inattaccabili Iago Falque e Belotti.

Torino-Juventus: quale sarà la formazione bianconera? 

Alla vigilia del derby la formazione della Juventus è un’incognita vera e propria, viste le condizioni di Cancelo, Alex Sandro e Cuadrato. Il portoghese è reduce da un affaticamento muscolare, mentre il brasiliano è rientrato in gruppo soltanto da qualche giorno. Mancherà invece Cuadrato, visto il trauma in iperestensione al ginocchio destro. Del resto, la Juventus gode comunque di un’ottima rosa, con De Sciglio a disposizione, per giocare sull’una o l’altra fascia. Emre Can dovrebbe essere invece il giocatore prescelto per rimpiazzare lo squalificato Bentancur, mentre in attacco, Allegri sembra intenzionato a schierare il tridente Dybala, CR7 e Mandžukić.

Non mancano le dichiarazione neanche da parte dei bianconeri, con Chiellini che, a proposito del derby ha affermato:

«Il Torino è cresciuto tanto, ha fisicità e qualità nelle ripartenze: con Mazzarri ha fatto un salto in avanti importante, può mirare all’Europa e quindi metterci in difficoltà».

Il Capitano ha poi continuato dicendo: «Abbiamo sempre lavorato per metterci in gioco, crescendo,migliorando i nostri errori e curando i nostri difetti. Anche oggi abbiamo margini di miglioramento, per esempio nel chiudere le partite. Io penso che il risultato perfetto sia l’uno a zero fino all’ora di gioco, poi devi chiuderla, perché in questo modo sprechi meno energie. Ma il bello della Juve è proprio questa capacità di migliorare sempre e cambiare: basti pensare a come sono mutate, come uomini e stile di gioco, le due squadre in campo nelle finali di Berlino e Cardiff».

 

Please follow and like us: